Il coraggioso Atalanta chiude la Champions League giocando L’Ajax way

Il coraggioso Atalanta chiude la Champions League giocando L'Ajax wayUna squadra minore si sarebbe rotta. Il 15 aprile Atalanta ha giocato uno dei pareggi più sbilanciati nella storia della Serie A: una situazione di stallo in casa di Empoli in cui ha prodotto 47 tiri contro i tre avversari. Diciotto sono andati sul bersaglio. L’ultima squadra di Serie A che ha fatto gol in una sola partita è stata la Roma, contro il Catania nel 2006, in una partita vinta per 7-0.

A tempo pieno, i giocatori di Atalanta si accartocciarono al pavimento.

Il pareggio era costato loro una parte del quarto posto, gettandoli al sesto con sei partite da giocare. Dopo una partita in trasferta contro il Napoli, con visite alla Lazio e alla Juventus ancora in arrivo.

E ‘stato il momento in cui la realta’ raggiunge gli sfavoriti. Gli Atalanta non sono costruiti per competere in Champions League. Il loro salario all’inizio di questa stagione, secondo la Gazzetta dello Sport, era il quattordicesimo in Serie A: circa un ottavo delle dimensioni della Juventus. La città che rappresentano, Bergamo, è sede di un modesto 120.000 persone.

Il ‘giorno buio’ di Francoforte lascia la stagione dei sogni in pericolo di colpire le rocce

Avevano superato il loro peso in tutta la stagione, come da sempre da quando Gian Piero Gasperini è subentrato come manager nel 2016. Pochi si aspettavano che si riprendessero dal crollo emotivo di quel sorteggio contro Empoli e continuassero a sfidare le probabilità. Eppure l’hanno fatto. Atalanta ha ceduto per PRIMO contro il Napoli, ma è tornato per vincere 2-1. La Fiorentina fbeat si è assicurata un posto nella finale di Coppa Italia e ha chiuso il mese di aprile con una vittoria per 2-0 a casa Dell’Udinese che – unita alla sconfitta di Milano contro il Torino lo scorso fine settimana – li ha retrocessi in quarta posizione.

Domenica Atalanta si è recata nel Lazio-rivali diretti nella gara europea.

Ancora una volta, la squadra di Gasperini è rimasta indietro in anticipo. Marco Parolo ha seguito il suo passaggio deviato nella zona di rigore al terzo minuto, prendendo un KO da Felipe Caicedo e alimentando la palla a casa.Domenica Atalanta si è recata nel Lazio-rivali diretti nella gara europea.

La Lazio rimase sul piede anteriore e il portiere Dell’Atalanta Pierluigi Gollini fece bene a contrastare Ciro Immobile. Ma Duván Zapata pareggiò nel ventitreesimo minuto, punendo la Lazio per avergli dato troppo spazio dentro la scatola, e la sua squadra non si voltò mai indietro.

I padroni di casa dominavano il possesso, ma i visitatori erano gli unici che creavano possibilità di gol. Josip Ilicic sparò da sei metri, prima di essere negato da una distanza simile da Thomas Strakosha. Non importa. Atalanta ha continuato a premere in alto, e nel 58 ° minuto ha costretto un errore dal difensore Lazio Wallace. Ha passato la palla direttamente a Papu Gómez, che l’ha tagliata per Timothy Castagne a segnare.

Anche con una pista, Atalanta si rifiuto ‘ di sedersi.

Hanno fatto 3-1 da un angolo nel 76esimo minuto, Wallace deviando verso il suo obiettivo. Che ha completato un pomeriggio da incubo per il brasiliano, che era stato responsabile della perdita di Zapata sul primo gol dei visitatori anche. I suoi errori avevano facilitato il Cammino di Atalanta verso la vittoria, ma erano autori del loro stesso successo. Nessun’altra squadra di Serie A ha giocato con tanto coraggio in questa stagione: fare pressione costante sulla palla e attaccare come una squadra anche se questo significa lasciare se stessi in campo.

Wallace (in alto a destra segna un gol proprio sotto la pressione del Berat Djimsiti di Atalanta.

Fabio Capello li ha paragonati di recente all’Ajax – osservando come entrambe le squadre impegnino i giocatori in una battaglia individuale su tutto il campo: abbracciare il rischio e la ricompensa. E ‘ una filosofia che Gasperini ha seguito fin dalla sua seconda tappa a Genova, dove ha vissuto un momento Eureka mentre si preparava per una partita contro la Juventus.

” Fino a quel punto, mantenere la superiorità numerica nella difesa era un dogma”, ha detto Gazzetta lo scorso novembre. “Ma io avevo [Nicolás] Burdisso, un marcatore molto forte. Ho lasciato lui e De Maio contro Tevez e Llorente. Hanno giocato una partita fantastica, e ho preso un uomo di riserva che potevo impegnare in manovre tattiche. Ne e ‘ valsa la pena. I difensori di Atalanta che vedete attaccare costantemente oggi sono nati da quell’intuizione.”

Atalanta ha segnato 71 gol in 35 partite: la maggior parte nella divisione. Hanno preso più tocchi nelle aree di rigore degli avversari (e non è vicino) di qualsiasi altro lato: una statistica che riflette sia l’abitudine per dominare gli avversari e il fatto che spesso stanno riconquistando il possesso in posizioni avanzate.

Due down e uno per andare a La Liga come cinque battaglia per evitare la goccia

Gasperini si è dimostrato in grado di trarre il massimo sia dallo sviluppo di giovani talenti che da giocatori più anziani che non avevano mai pienamente raggiunto il loro potenziale altrove. Ilicic, 31 anni, ha giocato il miglior calcio della sua carriera nelle ultime due stagioni. Zapata, 28 anni, non aveva mai segnato più di 11 gol in una stagione di Serie A, e ora ne ha 22 in questa campagna – due timidi del record del Club fissato da Pippo Inzaghi.Due down e uno per andare a La Liga come cinque battaglia per evitare la goccia

Gasperini ha visto qualcosa in Zapata che nessun allenatore precedente aveva: riconoscendo che nonostante le sue dimensioni e la sua forza potrebbe essere più efficace correre in rete che giocare come bersaglio. La volontà di sperimentare i ruoli dei giocatori è stata decisiva. Contro L’Udinese, Marten de Roon ha iniziato a centrocampo, si è fermato al centro-indietro, poi si è mosso di nuovo e ha segnato la penalità che ha rotto il blocco.

La vittoria di questo fine settimana ha rafforzato la presa di Atalanta sulla quarta. La Lazio, sette punti e quattro posti dietro, è effettivamente fuori discussione. Il gap al quinto posto della Roma, che ha segnato con il Genoa, è di tre punti.

Perché il viaggio di Liverpool a Madrid è la ricompensa perfetta per tutti noi

Perché il viaggio di Liverpool a Madrid è la ricompensa perfetta per tutti noiIl giorno dopo la notte prima è ancora difficile capire quello che abbiamo visto ieri sera.

Quel Liverpool è tornato da un deficit di tre gol dal campo Nou per mettere KO La potente Barcellona.

Che un lato acciottolato e un paio di feriti a piedi hanno distrutto una delle squadre più grandi del mondo in 90 minuti. Che il Liverpool andrà alla finale di Champions League a Madrid.

Sono cosi ‘ Contenta per loro e per noi.

Inventato che qualunque cosa faccia il Manchester City domenica, questa squadra vincera ‘ una partita con un grande trofeo scintillante alla fine. Se lo meritano. E non sempre ottieni quello che ti meriti nel football.

Molti bei lati a diversi periodi della storia ispirano la loro base di sostenitore, ma alla fine sono lasciati con nulla da mostrare per esso, tranne le storie. Spesso sfortunati. O racconti di cosi ‘ vicini, finora.Sono cosi ' Contenta per loro e per noi.

Sono felice per Divock Origi. Se questo è il suo canto del Cigno di Liverpool, allora Che bella melodia era. La sua carriera era molto simile a quello che poteva essere nel 2018. Dopo un fallito incantesimo di prestito e un ritorno di Liverpool non tanto accolto come “Oh, si’, tu”.

Certo, a dicembre arriva a Everton. Ma e ‘solo una risata, non e’ vero? Fa parte di una barzelletta a spese di un portiere armato. E ‘ stata la sua grande serata. Una grande serata che merita dopo tutto il duro lavoro e la mancanza di lamentele. Avrà sempre un tutore contro il Barcellona in una semifinale di Champions League.

LIVERPOOL, Inghilterra – martedì 7 maggio 2019:

Divock Origi del Liverpool festeggia il quarto gol con i compagni durante la semifinale di Champions League tra il Liverpool FC e il FC Barcelona ad Anfield. (Foto di David Rawcliffe / Propaganda))

Sono entusiasta per Xherdan Shaqiri. Che ha visto un inizio promettente per la sua carriera di Liverpool svanire a causa di una mancanza di opportunità. Qualunque sia il motivo, stavi iniziando a chiederti cosa sarebbe successo a Shaqiri in estate.

Se una o entrambe le parti decidessero di tagliare le loro perdite e andare avanti. Potrebbe ancora succedere, ma se lo fa avrà la partita contro il Barcellona come ricordo. Un aiuto al terzo obiettivo.

Sono felice per il centrocampo. Per James Milner, il duro Yorkshireman che ha visto tutto ma è stato ancora ridotto in lacrime alla fine per la grandezza dell’atmosfera e l’occasione.

Per il capitano, Jordan Henderson, che ha giocato attraverso la barriera del dolore e aveva bisogno di antidolorifici a metà tempo, ma era determinato a vedere fino in fondo per la sua squadra.

Per Fabinho, prenotato dopo 10 minuti ancora continuando a giocare come un guerriero in tutto.LIVERPOOL, Inghilterra - martedì 7 maggio 2019:

Per Gini Wjinaldum, così deluso da essere lasciato fuori, ma venendo fuori dalla panchina per segnare due volte.

Per Virgil van Dijk, che in qualche modo è riuscito a raggiungere due finali di Champions League nonostante abbia giocato solo per noi per 16 mesi, giustificando completamente la sua decisione di entrare a far parte del Liverpool prima di altri pretendenti.

LIVERPOOL, Inghilterra – martedì 7 maggio 2019: Virgil van Dijk (R) di Liverpool festeggia con Fabio Henrique Tavares ‘Fabinho’ dopo la semifinale di Champions League tra Liverpool FC e FC Barcelona ad Anfield. = = Note = = = = Altri progetti = =  (Foto di David Rawcliffe / Propaganda))

Per Andy Robertson, che dopo un minuto si avvicina a Lionel Messi e ci mostra che non saremmo stati spinti.

Per Trent Alexander-Arnold, lasciato fuori al campo Nou, ma rimbalzando indietro con due assist nella gamba di ritorno.

Sono estasiato per loro, ma anche per me, e anche per tutti voi. Abbiamo avuto la stagione e ora abbiamo i soldi.

Due partite. Due occasioni per vincere due trofei.

Che stagione potrebbe essere.